Lorenzo Amoruso, l’unico uomo (di «Temptation Island») che vorremmo

Scritto da il 31 Luglio 2020

Una premessa è doverosa. Lorenzo Amoruso, che a Temptation Island si è imposto come guru saggio, dispensando poche (e giuste) lezioni di bon ton, non ha dovuto faticare granché per primeggiare sui compagni di reality. Si dice, cioè, che in terra di ciechi anche un orbo abbia vita facile. E questo, in fin dei conti, è stato Amoruso: un uomo normale, tra prototipi di fidanzati da fuggire come la peste. Amoruso, che ai colleghi del Villaggio Fidanzati ha cercato di insegnare un po’ di integrità, pungolandoli all’occorrenza perché trovassero forza e determinazione (citofonare Andrea), è rimasto fedele a Manila Nazzaro. E, davanti a telecamere che, forse, avrebbero preferito sorprenderlo in atteggiamenti promiscui con una qualche single, non ha avuto remore nel mostrarsi così com’è: burbero, a tratti, orgoglioso, sempre, innamorato, ancor di più.

L’ex calciatore, cui Manila Nazzaro ha rimproverato di non voler prendere decisioni, costringendo la coppia ad una vita da eterni fidanzatini, ha pianto lacrime sincere parlando della donna che ha scelto di amare. Ha lasciato che la propria vulnerabilità emergesse, e non ha cercato di dare di sé l’immagine di un piacione tronfio, dotato di quella sicurezza posticcia dell’uomo che non deve (o così crede) chiedere mai. Amoruso è stato il contraltare di Pietro Delle Piane. La nemesi di Ciavy. Lorenzo Amoruso è stato un uomo dove nessuno ha avuto la caratura per esserlo.

Di Manila Nazzaro, ha parlato poco, con rispetto. Lo ha fatto con rabbia, di tanto in tanto. Si è scaldato quando ha chiesto che venisse ritrattata la versione dell’ex Miss Italia. Ma nella rabbia non ha trovato mai l’insulto. Non c’è stata una sola volta, seduto sulle spiagge della Sardegna, in cui Amoruso abbia perso il controllo di sé, e con questo la dignità. L’ex atleta, che nel gran finale dello show ha tenuto fede ad ogni sua promessa impegnandosi ufficialmente in una relazione che possa sfociare in matrimonio, ha rifiutato di deridere la compagna, di umiliarla per le proprie debolezze (pronto, Pietro Delle Piane?). Non ha spiattellato ogni aspetto privato della sua relazione né ha ceduto alle moine prezzolate (dalla produzione) delle tentatrici.

È tautologico e, forse, ripetitivo. Ma Lorenzo Amoruso è stato un uomo, sicuro di se stesso quel tanto che basta da non aver timore della trasparenza. Perché non sono le lacrime che tolgono virilità ad un uomo, non è la fedeltà ad una sola donna e il disinteresse nell’attrarne altre. È la finzione, foriera di ogni disamoramento. È la perdita di stima nella persona che si credeva d’amare. È la sicumera di un Pietro Delle Piane, il tentativo di prevaricazione eterna attuato da un Ciavy. A togliere virilità ad un uomo è il tentativo, spesso patetico, di vendersi come Casanova, rifiutando però di accettarne le conseguenze (di nuovo, citofonare Pietro Delle Piane).

LEGGI ANCHE

«Temptation Island 2020»: perché solo Manila Nazzaro e Lorenzo Amoruso dovrebbero dirsi sì

LEGGI ANCHE

«Temptation Island 2020»: addio maschio (arrogante)

LEGGI ANCHE

«Temptation Island 2020»: ecco come è andata a finire

LEGGI ANCHE

«Temptation Island 2020»: Antonella Elia, la guida spirituale che tutte noi dovremmo avere

L’articolo originale lo trovi cliccando qui

Hits: 10


Traccia corrente

Titolo

Artista

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi